2020 - fotografi - Marguttiana - Porto Recanati

Vai ai contenuti

Menu principale:

2020 - fotografi


video realizzato da Manuela Di Stefano - enter

cliccare sulla miniatura per un ingrandimento della stessa

Marina Masiero

Veneta, di origine, mi sono trasferita a Porto Recanati nel 2010.
Durante i miei viaggi porto con me la mia fidata macchina fotografica con cui immortalo le bellezze dei luoghi che visito.
La mia passione è divenuta più forte dopo aver conosciuto mio marito, anch'egli appassionato fotografo.
Prediligo la fotografia macro e mi definisco una fotografa per caso.

Maurizio Tartarini

Sono nato nel 1966 a Recanati, inizio a fotografare all’età di undici anni con una Rollei Biottica, sotto la supervisione di mio padre, anche lui fotografo per passione.
La fotografia, un hobby, per me è un taccuino su quale scrivere le mie emozioni.
La luce, la penna con cui ogni fotografo scrive, mi da l’opportunità di scattare foto in stile caravaggesco.
Stile ricco di chiaro scuri che, forse, rispecchia la mia personalità.
I ritratti sono la mia passione; cogliere le emozioni di ogni persona la mia missione.
Parafrasando Robert Frank, vorrei che, guardando le mie foto, le persone si sentano come quando vogliono rileggere una riga di poesia.
La mia più grande soddisfazione è di aver visto pubblicate quattro foto in una rivista specializzata in fotografia e una sul National Geographic nella sezione dedicata alle fotografie dei lettori.

Gianfranco Marcatelli - "L’immagine e la ricerca stilistica"

Nato a Potenza Picena nel 1954, vive a Porto Recanati.
Fotografa dall'età di 14 anni.
È sempre alla ricerca di emozioni da portare nelle sue foto.
Per Gianfranco la fotografia è l'immagine che si crea con Io scatto.
Ama intraprendere nuove esperienze fotografiche, che prima studia mentalmente e poi le esprime nelle sue foto.

Gianfranco Marcatelli ... continuerà a regalarci emozioni e immagini su cui riflettere.
(Riccardo Guglielmin)

Lara Massaccesi

Sono nata nel 1998 a Recanati (MC).
Ho studiato presso l'Accademia di Belle Arti di Macerata per poter sviluppare appieno la mia passione per l'Arte.
Amo fotografare e dipingere, fermare immagini che altrimenti il tempo potrebbe portare via.
Scattare una foto è proprio questo, afferrare un momento e renderlo eterno ed immobile, capace per sempre di suscitare emozioni diverse in chi osserva.

Albano Ballerini

Sono nato a Porto Recanati, intorno alla metà del XX secolo.
Negli anni ’70, invece di usare i miei risparmi per esigenze primarie come droghe o attività lascive di vario genere, usai le mie Lire per acquistare la mia prima macchina fotografica, una Yashica Electro 35 e qualche rullino di film.
L’asse artistico Ancona-Firenze, anche se non proprio dritto, mi catapultò a New York dove mi sono dedicato alla fotografia di Still Life per la pubblicità per 2 decenni.  
Mi considero un “Uomo Art/igiano”, e di qui l’utilizzo di “macchine giocattolo”, come la Holga o la Diana, fino al Pin Hole (Foro Stenopeico), passando per macchine Polaroid o “Photograms”.
Questo approccio mi consente di usare l'obiettivo di una macchina fotografica o altre modalità di registrazione e di cattura dell’immagine, come un pennello con il quale “dipingere” la mia tela.
Spontaneità “strutturata” e leggerezza dello spirito, abbinate alla passione di “curvare” la luce, sono la forza trainante dietro il mio lavoro di fotografo.
Negli ultimi anni, condivisi tra New York e Porto Recanati, ho fondato Arsenale Fotografico, un’associazione culturale di fotografia che si occupa principalmente di metodologie analogiche e cultura fotografica.

www.albanoballerini.com

Diego Tonon

Veneto di nascita, risiedo a Porto Recanati dal 1965. Appassionato di fotografia dal 1974, iniziando con una OLYMPUS OM1 frutto di una estate come barista (caffè Ferruccio, ora Giorgio). Autodidatta, un po' con i libri, un po' con le riviste, ho iniziato a sviluppare e stampare in B/N. Dopo una lunga pausa, uso ora una SIGMA, che amo per la resa particolare del sensore. Amo i paesaggi, i cieli ed il mare, ma anche i piccoli universi nelle foto ravvicinate. Molti dei miei scatti appartengono all'alba e al tramonto, al tragitto casa-lavoro tra Porto Recanati e Macerata. Questa necessità è stata anche virtù, per la coincidenza con la luce della golden hour. Socio del Fotoclub di Potenza Picena, con il quale ho allestito nel 2019 una personale.

Claudio Elisei

Fotografo dalla prima Comunione, da quando ho avuto in regalo una macchina fotografica ...
Amo cogliere l'attimo, il colpo d'occhio ... la natura, gli animali ...
La fotografia è stata ed è l'anima dell'amicizia, del rispetto ... del donarsi ... della  condivisione del bello, del pulito, dell'amore verso il prossimo ....

Simona Vitali

Amo la fotografia perché è il mio mezzo espressivo per interpretare la realtà.
Che sia un sorriso, un'architettura urbana o un paesaggio so che le fotografie che scatto hanno qualcosa di me, della mia vita, del mio modo di vedere le cose.
Mi piace molto lo sviluppo della foto in bianco e nero perché riesce a trasmettere il racconto fotografico in modo diretto ed essenziale.

Manuela Di Stefano

Sono una persona sensibile e, anche se non si direbbe, abbastanza timida.
Mi emoziono con facilità, ma affronto la vita con gli occhi rivolti al cielo e sempre con il sorriso sulle labbra.
Cerco di creare, nelle mie immagini, un po' di curiosità e simpatia.
Ho sempre fotografato sin da bambina feste, compleanni, amici e parenti.
Mi entusiasma immortalare gli attimi, il vissuto.
Fotografo di tutto, ma senza una tecnica né una vera formazione fotografica.
"Adoro le fotografie perché restano così come sono, anche se le cose cambiano".

Felice Maggiori

Per me La fotografia è il mezzo per esprimere  emozioni che spesso non si riesce ad esprimere Con le parole.
Prediligo fotografia di paesaggi in quanto la natura è un mezzo per raggiungere l'armonia con l'intero creato che forse è il senso stesso del nostro vivere.

Marco Storani

Sono nato a Loreto, nel 1975, ma sono cresciuto a Porto Recanati dove tuttora risiedo.
La fotografia mi ha sempre affascinato, sin da bambino, quando con la compattina analogica aspettavo impaziente il passaggio della "Mille Miglia".
Crescendo mi sono innamorato della reflex, tutte quelle ghiere e tutti quei meccanismi mi incuriosivano troppo, così all'eta di 15 anni, bruciando in un solo colpo tutti i miei sudati risparmi, ne acquistai una.
Oggi, anche se di fotografia ho imparato poco, la mia passione nei suoi confronti è rimasta immutata, grazie a lei ho potuto conoscere molte persone e coltivare nuove amicizie.
Adoro la fotografia in ogni sua forma, ma sono particolarmente attratto da quella naturalistica.
Fondersi con la natura tra arbusti e fogliame, avvicinarsi pian piano agli animali senza respirare, cogliere le loro azioni e studiarne il comportamento attraverso gli scatti, per me è emozione allo stato puro.
Essere coscienti che un movimento brusco, un'impostazione errata, un rumore di troppo potrebbe compromettere ore di lavoro, è ancora più stimolante.
Ad oggi l'unico animale che ancora non sono riuscito a mettere a fuoco, pur osservandolo da vicino, è l'uomo, ma non credo sia un problema di ottiche.

cliccare sulla miniatura per un ingrandimento della stessa
 
 
 cerca nel sito 
Torna ai contenuti | Torna al menu