2020 - pittori - Marguttiana - Porto Recanati

Vai ai contenuti

Menu principale:

2020 - pittori

Natalia Strokova

Sono nata in Ucraina dove ho iniziato a dipingere riscuotendo approvazione da parte dei miei insegnanti.
Successivamente mi sono iscritta alla scuola d'arte di tecnica ed acquerello.
Mi sono specializzata frequentando vari corsi mentre lavoravo come artista/decoratore.
Ho maturato altre esperienze lavorando in un dipartimento di progetti design per interni.
A seguito della crisi Ucraina/Russia ho scelto di trasferirmi in Italia, accettando di svolgere lavori che nulla avevano a che fare con la mia esperienza e passione per il mondo dell’arte.
Dopo circa cinque anni mi si è presentata la possibilità di riprendere a disegnare e dipingere, prima acquerello e successivamente tecnica ad olio.
Attualmente tengo lezioni di acquerello ed olio presso l’Università della Terza Età, nella città di Osimo (AN).
Partecipo regolarmente a Mostre riscuotendo lusinghieri successi.

Luciana Urbinati Baldini - "Luby"

Nata a Pergola (PU) vive e lavora tra Ancona e Porto Recanati.
Appassionata d'arte collabora con associazioni culturali.
Da sempre amante dell'arte in tutte le sue forme dal 1981 si dedica completamente alla pittura su tela, stoffa, ceramica ed acquerello.
Autodidatta si è perfezionata con valenti maestri.
Partecipa a mostre e concorsi raccogliendo consensi e premi.
Espone annualmente alla Mole Vanvitelliana di Ancona, alla Galleria Archi di Ancona, ai Vecchi Forni di Macerata ed alla Marguttiana di Porto Recanati.
Il Comune di Montelupone (MC) le ha allestito una "personale di pittura" e usato una sua opera per il depliant delle manifestazioni 2007.
Un suo quadro, rappresentante Offagna, è esposto nella bacheca comunale di detta città.
Nella Mostra Contemporanea di Montelupone è esposto un acquerello che rappresenta il borgo.
Collabora con associazioni culturali e artistiche sia ad Ancona che a Porto Recanati.
Vive e lavora tra Ancona e Porto Recanati.

Paolo Giacometti

Nato a Pioraco (MC) risiede a Civitanova Marche.
Laureato in lettere moderne, artisticamente è un autodidatta.
Ha partecipato a numerose mostre personali e collettive in Italia ed all’estero, ottenendo lusinghieri riconoscimenti e premi tra i quali l’oscar per le arti visive, il Mongolia Trophy ecc.
Le sue mostre hanno attirato l’attenzione di canali radio e televisivi locali e nazionali nonché di testate periodiche e quotidiani.
Hanno scritto di lui valenti critici nazionali tra i quali Fernanda Banti, Edmondo Bellucci, Mariarosaria Belgiovine.

Leonardo Garigliano

Pittore, artigiano e disegnatore nasce a Catanzaro nel 1986.
Fin da bambino dimostra attitudine per il disegno ed il colore.
Nel 2001 entra nello studio del pittore, incisore e vignettista Prof. Giuseppe Rocca.
Il Prof. Rocca avvia Garigliano allo studio della pittura, trasmettendogli il rigore del disegno e la conoscenza dei materiali.
Leonardo Garigliano è costantemente rivolto alla ricerca dell'armonia e della bellezza, grazie al continuo studio dei maestri figurativi del passato e del presente.

Dario Daniel Bazan

Daniela Nasoni

Diplomata all’Accademia di Brera, collabora con le scuole elementari dove tiene corsi di educazione artistica e scenografia.
La sua prima personale risale al 2001, ha fatto mostre in tutta Italia e a Marsiglia.
I suoi lavori sono stati utilizzati anche per illustrare una collana di libri per bambini.
Ha inaugurato il suo nuovo atelier di pittura a Milano, in zona Porta Genova, la nuova area di spazi di tendenza del capoluogo lombardo.
Quì, in Via Savona 94, la potete trovare dal lunedì al giovedì, mentre il fine settimana è nel suo studio a Varese in Via Garibaldi.

Imma Gioia Mastellone

Napoletana fin dentro alle ossa, disegna fin da piccola e all’età di 14 anni si iscrive all’istituto d’Arte nella città d’origine.
Impara diverse tecniche e stili, realizzando presto riproduzioni di diversi autori famosi, come Caravaggio e Hayez.
Studia accuratamente la fisiognomica e l’anatomia e negli anni perfeziona la sua mano nella realizzazione di ritratti, diventando molto veloce nella produzione.
Intanto si fa strada nella branca della scultura accorgendosi presto di riuscire anche a modellare i materiali duttili ma sposta leggermente il tiro puntando al mondo della pasticceria e del Cake Design riproducendo soggetti reali sulle torte e realizzando anche ritratti in 3D.
Conta diverse presenze nei territori marchigiani come artista di strada realizzando ritratti dal vivo e diverse partecipazioni a mostre collettive.

Maurizio Azzoguidi

Nato a Vercelli nel 1960 risiede ad Ancona.
Appassionato di disegno e pittura sin da ragazzo, si affida alla scuola del pittore anconetano Reno Fabretti per lo studio della tecnica ad olio e del paesaggio a cui seguirà un periodo di pittura “an plain air”.
La rilettura della pittura può iniziare dall’estemporanea "Riviera del Conero" a cui partecipò all’età di 14 anni, quando gli fu assegnato il premio di terzo classificato nella sezione giovani.
Dopo un periodo di fermo da alcuni anni è tornato a trattare l’arte figurativa sia con la tecnica del pastello sia dell’olio privilegiando paesaggi urbani
Ha partecipato a numerose mostre collettive e premi trai i quali:
2008-Primo premio estempore di Agugliano e segnalato al Premio Artemisia;
2009-Premiato all’Estemporanea di Agugliano e selezionato alla Marguttiana di Macerarta;
2010-Segnalato al Premio Artemisia e selazionato alla Marguttiana di Macerarta;
2012-Menzione alla Marguttiana di Macerata, Finalista al Premio Artemisia e Diploma di merito al Premio Cupra.
2014-Personale presso i locali dell'Arco Amoroso di Ancona dal titolo "Tra luce ed ombra";
2019-Personale presso la Galleria Puccini di Ancona dal titolo "Ancona la città della luce";
Pennellate di pura luce e di pura ombra riproducono scorci di mondo: Ancona, la sua campagna, il suo mare.
Maurizio Azzoguidi cattura immagini e le rende epifanie: la sua opera insegue la resa più realistica dei soggetti, ma allo stesso tempo li trasfigura attraverso un uso quasi alchemico della luce e del colore.
L’ispirazione non può venire che dalla pittura a cavallo tra XIX e XX secolo, segnata dall’Impressionismo, dai Macchiaioli e dai grandi artisti del realismo americano come Edward Hopper.
Nelle opere di Maurizio Azzoguidi il formalismo del passato lascia però spazio alla spontaneità e l’immagine diventa densa, fresca, vivace.
Ogni quadro è invaso da atmosfere suggestive e sempre luminose che travalicano la rappresentazione riempiendo gli occhi di chi lo ammira.
“Dipingere è catturare un momento in un fermo immagine, un fotogramma rubato alla vita”

Albarosa Zangheri

Rispondendo ad una vocazione interiore esprime una intima sensibilità attraverso il segno ed il colore del genere astratto, con intonazioni impressionistiche, usando varie tecniche quali olio, tempera su legno e tela.

Luigino Soffiati

Nato a Gazzo Veronese (VR), vive e lavora a Faenza (RA).
Dopo una pausa di qualche anno ha ripreso a dipingere nel 2003, con diverse segnalazioni.
Ha allestito diverse mostre personali, collettive, ed ha partecipato ad importanti manifestazioni, ottenendo numerosi premi e lusinghieri riconoscimenti da parte della critica e del pubblico.

Ercole Gino Gelso

Non solo nuvole!
Un invito ad osservare con gli occhi, con la mente e con il cuore.
Chi dipinge non può  prescindere da questi  tre valori, la tecnica è lo strumento per realizzare il lavoro.
Questa condizione si realizza nella pittura, nella fotografia, nella scultura, nella poesia … in ogni forma d’arte, ma … è la condizione irrinunciabile per ogni cosa, con gli amici, con  le persone amate, nel lavoro … in una parola … è la vita.
Per capire, conoscere, apprezzare bisogna fermarsi ad osservare, ad ascoltare, solo così si possono comprendere “veramente” le cose.

(Ercole Gino Gelso)

 

Luigi Bronzi

 
 
 cerca nel sito 
Torna ai contenuti | Torna al menu